laver cup
Alex Burstow - foto Getty

La Laver Cup ha dapprima fatto la voce grossa contro il Roland Garros, adesso però sta pensando di scendere a compromessi… andiamo però con ordine. Per chi non conoscesse tutta la querelle, il Roland Garros è stato spostato in maniera autonoma ed un po’ prepotente dal 20 settembre al 4 ottobre prossimo. Nel weekend del 25 però dovrebbe andare in scena la Laver Cup a Boston, già sold out da tempo, dunque gli organizzatori avevano dichiarato di non voler spostare le date.

Il mondo del tennis ha appreso oggi (ieri, NdR) che la Federazione Tennis Francese intende spostare il Roland Garros nel periodo 20 settembre-4 ottobre per via dell’impatto del coronavirus. Queste date si sovrappongono alla Laver Cup, che è già sold out, al TD Garden di Boston. La notizia è stata una sorpresa per noi e per i nostri partner – Tennis Australia, la USTA e l’ATP – . Solleva molte questioni. Noi stiamo affrontando la situazione. Al momento, vogliamo rassicurare i nostri tifosi, gli sponsor, le tv, lo staff, i giocatori, la grande città di Boston che abbiamo intenzione di mantenere la Laver Cup nella data prevista“. Questo il comunicato di qualche giorno fa, ma davvero si vuol fare braccio di ferro con il Roland Garros? I tennisti più importanti probabilmente sceglierebbero lo Slam, dunque adesso gli organizzatori della Laver Cup starebbero pensando di tornare sui propri passi rivedendo i piani e le date del torneo esibizione.