Sloane Stephens
(Photo by Hannah Peters/Getty Images)

Che il tour WTA sia un’altalena molto volatile, è affare già noto da tempo. Quello che sta accadendo nelle ultime annate è però davvero clamoroso. Giovincelle capaci di vincere tornei dello Slam prima di cadere nel dimenticatoio, ex numero 1 al mondo che non riescono più a risollevarsi ed altri casi che hanno davvero dell’assurdo.

Tra questi c’è il caso di Sloane Stephens. L’ex numero 3 al mondo ha 26 anni e dovrebbe dunque essere nel pieno della sua carriera. Dopo l’exploit del 2018 però, è iniziato il declino della tennista americana, giunta in poco tempo alla posizione numero 37 del ranking, destinata a crollare ulteriormente se le sue prestazioni resteranno quelle di questo inizio di stagione. La Stephens ha disputato in questo 2020 5 tornei, vincendo una sola partita e perdendo ovviamente 5 incontri. Sconfitte all’esordio ad Acapulco, Brisbane, Adelaide ed agli Australian Open, sconfitta invece ieri al secondo turno del torneo di Monterrey contro la giovane Fernandez. La Stephens non riesce più a trovare il bandolo della matassa. Oltre al gioco, Sloane sembra essersi persa mentalmente, l’atteggiamento appare scarico, svuotato. Chissà se i suoi coach riusciranno a risollevarla da questa situazione, il calo intanto prosegue inesorabile.