gallinari
Alex Goodlett/Getty Images

Archiviata la sconfitta incassa a Miami contro gli Heat, Milwaukee torna subito al successo nel match con Indiana, imponendosi davanti al proprio pubblico con il risultato di 119-100. Partita equilibrata per i primi due quarti, prima dell’allungo decisivo dei padroni di casa, trascinati dal solito Antetokounmpo che mette a referto 29 punti e 12 rimbalzi.

Successo esterno per Oklahoma che, grazie alla solida prestazione di Danilo Gallinari, sbanca il parquet dei Pistons per 107-114. L’azzurro segna 19 punti e 7 rimbalzi, risultando il terzo miglior marcatore della propria squadra dopo Gilgeous-Alexander e Schroeder. Non bastano invece i 41 di Sexton ai Cleveland Cavaliers per aggiudicarsi il confronto con Boston, a sorridere infatti sono i Celtics grazie ai 32 di Tatum.

Un mostruoso Luka Doncic cancella Zion Williamson all‘American Airlines Center, trascinando Dallas al successo contro i Pelicans dopo un overtime. Lo sloveno piazza una splendida tripla doppia, segnando 30 punti conditi da 17 rimbalzi e 10 assist. Sugli scudi anche Porzingis con 34 punti e 12 rimbalzi, mentre la stella dei Pelicans ferma il proprio score a 21.

Tutto facile per Memphis sul campo dei Brooklyn Nets, i Grizzlies infatti si impongono 79-118 senza faticare, chiudendo la pratica a cavallo dell’intervallo. Sorridono davanti al proprio pubblico i Miami Heat, abili a superare 116-113 i Magic. Vittoria esterna invece per Utah, che non lascia scampo ai New York Knicks stendendoli con il punteggio di 104-112. Wolves in grande spolvero al cospetto dei Chicago Bulls, ribaltati 115-108 dopo un avvio positivo, macchiato da un terzo quarto horror. Successo netto infine per Portland, che asfalta Washington 125-104.

nba