olimpiadi tokyo
Tomohiro Ohsumi - foto Getty

Nelle ultime ore, dalla Spagna, avevano iniziato a circolare i primi rumor riguardanti il possibile rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Nel pomeriggio è stato il Cio a fare chiarezza sulla situazione. Il Giappone, che inizialmente aveva assicurato il regolare svolgimento dei giochi, ha dovuto cedere alle pressioni internazionali, dovute allo stato di criticità nel quale il Covid-19 ha fatto sprofondare gran parte delle principali nazioni di tutto il mondo. Il rischio di disputare una versione ‘ridotta’ e senza pubblico dei Giochi Olimpici era ed è tutt’ora alto.

Coronavirus Tokyo 2020
Tomohiro Ohsumi/Getty Images

Nel comunicato ufficiale, riportato da Sky Sport, si legge: “il CIO, in pieno coordinamento con il Comitato organizzatore di Tokyo 2020, le autorità giapponesi e la città di Tokyo, avvierà discussioni approfondite sulla situazione sanitaria mondiale e il suo impatto sui Giochi olimpici, tra cui il possibile rinvio. Il Cio è fiducioso di portare a termine queste discussioni entro le prossime quattro settimane”. Nel testo viene inoltre specificato che: “la cancellazione dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 non risolverà alcun problema. Pertanto, la cancellazione non è all’ordine del giorno“.

Le vite umane hanno precedenza su tutto, inclusi i Giochi – afferma il presidente del Cio, Thomas Bach, nella lettera inviata agli atleti – Vorrei, e tutti stiamo lavorando per questo, che la speranza espressa da così tanti atleti, comitati olimpici e federazioni di tutti e cinque i continenti sia soddisfatta. Spero che alla fine di questo tunnel che stiamo attraversando, senza sapere per quanto tempo, la fiamma olimpica sia la luce“.