green warriors

La prima buona notizia, per gli amanti del volley rosa, è che dopo una lunga pausa forzata dalla pallavolo giocata per l’emergenza “Coronavirus”, si è tornati a commentare finalmente una sfida ufficiale di pallavolo femminile nel nostro campionato di Serie A, seppur a porte chiuse, e le sorprese non sono mancate.

Un giovedì pomeriggio decisamente atipico, ha visto scendere in campo al PalaCollodi di Montecchio Maggiore le padroni di casa delle Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, prima in classifica a 32 punti, affrontare le ragazze della Green Warriors Sassuolo, all’ultimo posto in gratuadoria, per il recupero della 3^ giornata di campionato.

Le ragazze di Alessandro Beltrami arrivano dall’ultima sfida esterna vinta con Montale, con l’obiettivo di portarsi in vetta in solitaria, mentre per le neroverdi di Enrico Barbolini risulta ormai fondamentale smuovere la classifica, dopo l’ultima pesante sconfitta a Macerata.

Dopo un primo set a favore delle padroni di casa, conclusosi sul punteggio di 25-22, sembrava tutto in discesa per le padroni di casa, in vantaggio 21-14 anche nella seconda frazione. Nel momento più difficile arriva inaspettatamente la riscossa emiliana, con Sassuolo che trova un’ incredibile rimonta vincendo il parziale 23-25, ed imponendosi nettamente nel terzo e quarto set, portando a casa l’intera posta.

Mattatrice della serata Lea Cvetnic, autrice di ben trenta palloni messi a terra, e supportata dalla Neo-Dottoressa Mambelli e dall’esperienza di Ilaria Garzaro, rispettivamente 15 e 14 punti, mentre per Montecchio non bastano le buone prove di Carletti e Trevisan.

Green Warriors Sassuolo che trova così tre punti fondamentali per riportarsi in scia alla lotta per la salvezza e continuare a sperare, mentre per Montecchio rimane l’amaro in bocca di aver perso una buona occasione per tentare la fuga in testa.