Steve Kerr
Foto Getty / Matthew Stockman

Se Michael Jordan non si fosse ritirato nel suo prime avrebbe vinto 8 anelli di fila? Molti fan NBA credono di sì, ma tale teoria è stata smentita da chi MJ lo conosce bene. Steve Kerr, ex compagno di Jordan ai tempi dei Bulls, ha spiegato senza giri di parole come Jordan fosse ‘svuotato’ mentalmente dai troppi successi: “a volte la gente mi dice: ‘Se Michael fosse rimasto con voi, avreste vinto otto titoli di fila’. Questa è la cosa più assurda che io abbia mai sentito. Le persone non hanno idea di quanto sia emotivamente svuotante per una squadra continuare a vincere.

Per me, il motivo per cui abbiamo vinto i secondi tre anelli è stato proprio perché Jordan si ritirò e riuscì a ricaricare le batterie. Ne aveva bisogno, disperatamente. Ed è per questo che si è ritirato. Era andato in burnout. C’erano strane teorie e congetture sul ritiro di MJ, come: ‘David Stern gli ha detto che non può giocare per punzione?’ Come se fosse una cosa intelligente impedire al più grande giocatore di sempre di tornare nella Lega. Un’altra teoria era quella che vedeva MJ troppo sotto dal gioco d’azzardo. Tutte queste teorie di cospirazione erano semplicemente stupide. In realtà era solo fritto. Soprattutto dopo la morte del padre. Si è giustamente preso il suo tempo per superare ogni cosa, un paio di annetti, per ricaricare le batterie e conquistare altri tre titoli NBA“.