Austin
Getty Images

L’inizio del Mondiale 2020 resta al momento incerto, non c’è una data sicura in cui il campionato prenderà il via, considerando l’emergenza Coronavirus che sta mettendo in ginocchio il pianeta.

Gp Argentina
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Difficile che possa essere il Gran Premio di Jerez, in programma il prossimo 3 maggio, visto che l’epidemia in Spagna sta crescendo di giorno in giorno, mettendo in pericolo numerose persone. Per questo i vertici del Motomondiale vanno cauti, prendendosi tutto il tempo necessario per decidere. Si sta discutendo nel frattempo di inserire un test collettivo prima dell’inizio ufficiale del Mondiale 2020, da svolgere sullo stesso circuito della prima gara: “è già stato pianificato” le parole di Pit Beirer, CEO della KTM. “Questo è molto importante perché non possiamo mettere i piloti sulle moto e pretendere da loro lo spettacolo in questa situazione. Sarà certamente un grande test e poi ricominceremo da capo“.

Ezpeleta
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sull’inizio della stagione, Beirer ha ammesso: “dobbiamo essere realisti. Se pensiamo all’Italia, dove amiamo tanto correre, dove ci piace essere ospiti e dove abbiamo molto amici. Le difficoltà che stanno vivendo in questo momento, in qualche modo arriveranno anche a noi, quindi non c’è bisogno di fare una tabella. Il virus ha già dimostrato di non avere bisogno di una tabella di marcia. Con Ezpeleta abbiamo un leader molto forte, molto bravo e molto intelligente. Con lui possiamo pianificare bene le cose insieme. Il paddock si fida di lui perché mantiene un contatto molto stretto con piloti e team sia nei momenti buoni che nei momenti cattivi. Ha anche aiutato le squadre quando erano in difficoltà per farle restare nel campionato“.