Rossi e Uccio
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Sono giorni difficili per tutti, il Coronavirus sta obbligando l’Italia intera a stare chiusa in casa, senza la possibilità di uscire se non per stretta necessità.

valentino rossi
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Situazione emergenziale per l’intera popolazione, anche per i piloti di MotoGp, che devono obbligatoriamente tenersi in forma tra le mura di casa in vista dei prossimi impegni. Tra questi anche Valentino Rossi, che aveva dimostrato di essere pronto per il Gp del Qatar. A rivelare gli allenamenti del Dottore ci ha pensato l’amico Uccio, intervenuto a Moto.it: “Vale fa le stesse cose di tutti, con la differenza che lui può allenarsi anche a casa, avendo una palestra e un po’ di macchinari. Era bello carico dopo i test, nonostante i problemi avuti con la gomma nell’ultimo giorno: si sentiva pronto per il Qatar, per riprendere ritmo e passo. Purtroppo, anche lui ha dovuto adattarsi“.

Per quanto riguarda gli altri piloti della VR46 Academy, Uccio ha raccontato come si svolgono gli allenamenti: “dopo la gara in Qatar di Moto3 e Moto2, tutti i piloti sono rimasti fermi una settimana. Poi, secondo le disposizioni dell’ultimo decreto ministeriale, siamo ripartiti, ma tutti gli allenamenti si svolgono obbligatoriamente con la presenza di due medici: ci seguono i dottori Berardi e Lucci dello staff medico di Misano. Cerchiamo di fare il massimo possibile, con l’allenamento ristretto a due piloti alla volta. Usiamo il più possibile il ‘Ranch’ dove non ci può essere nessun addetto: i piloti si devono arrangiare a sistemare le moto, sempre in gruppi ristretti di due, massimo tre. Come previsto dal decreto, non si può più fare la doccia al Ranch, ma ognuno la deve fare a casa propria. Insomma, bisogna rispettare tutte le restrizioni, adattarsi un po’“.