MotoGp, la rivelazione di Fabio Quartararo: “ho chiesto aiuto ad uno psicologo dopo il Gp del Qatar”

Il francese ha rivelato di aver dovuto chiedere l'aiuto dello psicologo dopo il suo esordio in MotoGp

Ha debuttato in MotoGp all’età di 19 anni, andando immediatamente forte in sella alla Yamaha del SIC Petronas Team. Una vera e propria sorpresa quella di Fabio Quartararo, riuscito in poco tempo a scalare le gerarchie impressionando gli addetti ai lavori.

Fabio Quartararo
Foto Getty / Mirco Lazzari gp

A distanza di un anno dal suo esordio, il francese ha concesso un’intervista all’edizione italiana di GQ, raccontando un po’ se stesso: “la mia seconda stagione sarà un trampolino, voglio sfruttare tutte le mie capacità. Ho trovato il metodo: mantenere la calma. Questo è l’unico modo per fare in modo che il cervello lavori a pieno rendimento. Senza adrenalina morirei, è la mia benzina naturale. Tuttavia, quando ne arriva troppa nelle vene, i nervi saltano e si corre il rischio di rovinare tutto. Dalla felicità sono passato alla disperazione totale. C’erano le condizioni per lottare con i migliori e non ho conquistato nemmeno mezzo punto. È stato un duro colpo che mi ha lasciato senza fiato“.

Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il francese ha poi rivelato: “è stata una situazione orribile, ma avevo bisogno di capire che dovevo trasformare la tensione negativa in energia positiva e ho trovato il coraggio di chiedere aiuto ad uno psicologo. Ho toccato il fondo, sono risalito in superficie con un lavoro introspettivo ed alcuni esercizi facili. I benefici in pista si sono visti immediatamente“.