alberto puig
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Tra le istituzioni sportive in giro per il mondo, non c’è dubbio che la Dorna abbia captato prima di tutti il serio pericolo comportato dal Coronavirus.

Ezpeleta
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Carmelo Ezpeleta non ha avuto la minima titubanza nel rinviare le prime gare del Mondiale, al contrario di quanto fatto per esempio dalla Formula 1, che solo dopo essere arrivata a Melbourne ha cancellato il GP d’Australia. Una differenza di comportamento sottolineata da Alberto Puig a Motorsport.com: “penso che dobbiamo essere molto orgogliosi dell’organizzatore del nostro campionato. Dorna ha fatto le cose con la testa, passo dopo passo e ascoltando sempre l’opinione delle autorità sanitarie. Da lì, ha valutato cosa si può fare e cosa no, ma è molto interessante il modo in cui è stato protetto l’intero gruppo che lavora nel Mondiale. Se lo confrontiamo con la F1, con le istituzioni calcistiche o con il Comitato Olimpico Internazionale, che sono stati molto titubanti, Dorna ha fatto quello che doveva fare. Dal primo momento sono stati consapevoli dell’entità del problema. Per fare questo devi avere chiarezza di idee ed essere intelligente. E Carmelo Ezpeleta lo è“.