gp austin motogp
Getty Images

Il Coronavirus sta mettendo in seria difficoltà la stagione 2020 di MotoGp. Di ieri infatti la notizia del rinvio della gara di Austin, ancora non ufficializzato, in programma per il prossimo 5 aprile. La gara avrebbe dovuto segnare l’esordio stagionale, ma in Texas è stato emesso lo stato di calamità a causa dei recenti contagi da Coronavirus.

Le possibilità che il Gran Premio degli Stati Uniti si terrà il 5 aprile sono molto poche. Ad ogni modo, stiamo già lavorando per trovare una data alternativa alla gara di Austin. Ma in questo momento le cose si stanno evolvendo così in fretta, che non possiamo dire altro. In questo momento ho totale fiducia che il campionato avrà più di 13 gare. Se dovremo correre a gennaio, lo faremo. Possiamo disputare due Gran Premi nello stesso fine settimana o correre a porte chiuse. Ovviamente se non ci fossero altre soluzioni. Nella situazione attuale non ci sono tabù. Devi essere flessibile ed avere immaginazione. Portimao è un circuito di riserva, proprio come Estoril. E in Portogallo non ci sono restrizioni“, queste le parole di Viegas, presidente della FIM, ai microfoni di Catalunya Radio.