Carmelo Anthony
AP/LaPresse Nick Wass

Dopo l’ennesima stagione complicata, naufragata rispetto alle aspettative estive, i New York Knicks guardano al futuro. O forse sarebbe meglio dire al passato. Nelle ultime ore ha preso piede l’ipotesi di un possibile ritorno di Carmelo Anthony, figura che ha fatto la storia recente dei New York Knicks con oltre 400 partite all’attivo. ‘Melo’, rilanciatosi con la maglia dei Blazers, ha dimostrato di poter essere ancora un giocatore da NBA, sicuramente non un top player come nel prime della sua carriera, ma un’ottima aggiunta per una franchigia come i Knicks che ha bisogno di punti di riferimento per i giovani, esperienza e talento.

L’arrivo di Leon Rose, ex agente di Carmelo Anthony, in qualità di come President of Basketball Operations, favorirebbe l’accordo. Carmelo Anthony si è espresso così in merito alla possibilità di tornare a New York: “sinceramente non posso dire molto, perchè non so cosa accadrà nei prossimi mesi e quale sarà la mia situazione. Chiaramente la cosa più facile da dire per tutti è che io tornerò ai Knicks perchè c’è Leon. Ma finchè non mi siederò ad un tavolo e vedrò quali sono i loro piani per il futuro, non posso sapere se questo accadrà. Chiaramente io e Leon ci sentiamo molti volte ogni settimana, ma per ora non abbiamo mai affrontato l’argomento. Dovrò anche stare attengo a questo, perchè quando arriverà l’off-season non potrò più parlare così liberamente con lui per le regole sul tampering”.