Chris Paul
Foto Getty / Ezra Shaw

I New York Knicks pensano già al mercato estivo. In una stagione avara di soddisfazioni sul parquet, nella quale sono arrivati problemi extra-campo che hanno coinvolto addirittura un adirato Spike Lee, la franchigia della ‘Grande Mela’ studia la possibile strategia per evitare che anche il prossimo anno possa naufragare terribilmente. Il nome nuovo accostato ai Knicks è quello di Chris Paul, esperto e talentuoso playmaker in forza ad OKC. Una trattativa che risulta piuttosto complicata.

In primis, il biennale con tanto di player option 2021/2022 da 44 milioni rende Chris Paul un carico complicato da gestire per gran parte dei salary cap della lega. Senza contare che OKC deve ancora decidere che svolta dare al proprio futuro. Se infatti inizialmente, dopo gli addii di Paul George e Russell Westbrook, i Thunder avevano fatto il pieno di scelte e giovani, attualmente sono Chris Paul e Danilo Gallinari a guidare la franchigia ai Playoff: proprio i due big che sembravano destinati a partire subito.