laver cup
Alex Burstow - foto Getty

Il nome di Roger Federer è strettamente legato a quello della Laver Cup, competizione di fatto creata e promossa dal fenomeno svizzero. Nelle ultime ore si è venuta a creare una notevole polemica per quanto concerne il tour ATP, con lo spostamento del Roland Garros dal 20 settembre al 4 ottobre a causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito tutto il mondo. Tali date però, scelte un po’ in autonomia dagli organizzatori francesi, si accavallano con la Laver Cup, che con una nota ha risposto duramente:

Il mondo del tennis ha appreso oggi (ieri, NdR) che la Federazione Tennis Francese intende spostare il Roland Garros nel periodo 20 settembre-4 ottobre per via dell’impatto del coronavirus. Queste date si sovrappongono alla Laver Cup, che è già sold out, al TD Garden di Boston. La notizia è stata una sorpresa per noi e per i nostri partner – Tennis Australia, la USTA e l’ATP – . Solleva molte questioni. Noi stiamo affrontando la situazione. Al momento, vogliamo rassicurare i nostri tifosi, gli sponsor, le tv, lo staff, i giocatori, la grande città di Boston che abbiamo intenzione di mantenere la Laver Cup nella data prevista“. Federer dunque resterà fedele alla Laver Cup? Il Roland Garros verrà ulteriormente spostato? Staremo a vedere, intanto anche gli US Open hanno voluto mandare un messaggio al Roland Garros, due Slam a distanza di una settimana sembrano davvero eccessivi, i francesi sono stati messi all’angolo!