Juventus
Valerio Pennicino/Getty Images

Vince la Juventus, ma perde il calcio. Oltre che l’Inter. Sorridono i bianconeri, ma non possono fare lo stesso i tifosi di tutta Italia, che avrebbero voluto godere di questo big match in un momento storico diverso, non in piena emergenza Coronavirus.

Juventus-Inter
Valerio Pennicino/Getty Images

Show must go on‘, ma forse questa volta si sarebbe potuto fare a meno, come ha fatto l’intero sport italiano. Il calcio invece va avanti, a porte chiuse e senza persone sulle tribune: perdendo tutta quella bellezza e quei colori che caratterizzano le partite di Serie A. Juventus-Inter avrebbe meritato un altro scenario, non la desolazione vista oggi allo Stadium. Un big match che vale lo scudetto rovinato così dall’incapacità dei vertici del calcio, che hanno preferito salvaguardare i conti piuttosto che lo spettacolo, incuranti di un’emergenza tremenda che attanaglia l’Italia.

Juventus-Inter
Valerio Pennicino/Getty Images

Difficile parlare di quanto successo in campo, di un 2-0 firmato Ramsey e Dybala che regala alla Juventus la testa della classifica, affondando l’Inter adesso a -9 dalla vetta con una gara da recuperare. Temi che passano in secondo piano davanti ad un problema molto più grosso che tanti stanno cercando di nascondere. Va fatto qualcosa e in fretta, perché certi spettacoli non tornino a ripetersi. Ha vinto la Juve ma ha perso il calcio, non è questo lo sport che tutti amiamo.