Sami Valimaki
Foto Getty / Warren Little

Ottime prestazione di Guido Migliozzi, quarto con 277 (-11) colpi, e di Lorenzo Gagli, decimo con 280 (-8), nell’Oman Open (European Tour) disputato sul percorso dell’Al Mouj Golf (par 72), a Muscat in Oman.

Ha ottenuto il primo titolo sul circuito il 21enne finlandese di Nokia Sami Valimaki, che dopo aver concluso il torneo con 275 (74 67 64 70, -13) colpi alla pari con il sudafricano Brandon Stone (67 71 67 70), 26enne di Rustenberg con tre successi sul tour, lo ha poi superato con un par alla terza buca di playoff. Entrambi avevano distaccato sull’ultimo green con un birdie quasi simile, ottenuto con un putt di circa sei metri, il francese Adrien Saddier, terzo con 276 (-12), che era giunto in club house molto prima di loro.

Migliozzi è stato affiancato dall’altro finlandese Mikko Korhonen e hanno concluso al sesto posto con 279 (-9) il sudafricano George Coetzee, lo spagnolo Alejandro Cañizares, l’inglese Jordan Smith e il quasi 19enne danese Rasmus Hojgaard, vincitore del recente Mauritius Open, che è stato anche al vertice prima di cedere. Sono terminati in 50ª posizione Edoardo Molinari (286 – 70 72 72 72, -2) e in 73ª Andrea Pavan (294 – 71 72 70 81, +6).

Guido Migliozzi (parziali di 66 72 68 71) ha subito attaccato scendendo di due colpi otto par con tre birdie e un bogey sulle prime quattro buche per portarsi nel gruppo dei primi, poi ha perso terreno nella fase centrale (due bogey) e il birdie alla 16ª per il 71 (-1) non è stato sufficiente per un possibile aggancio in vetta. Lorenzo Gagli (69 70 73 68) è risalito di diciassette posizioni con un 68 (-4), frutto di un eagle, quattro birdie e di due bogey. Sono usciti al taglio dopo due giri Francesco Laporta, 86° con 146 (73 73, +2), e Nino Bertasio, 110° con 148 (72 76), e dopo il terzo Renato Paratore, 74° con 218 (71 73 74, +2).