GP Francia
Mark Thompson/Getty Images

La notizia era nell’aria, ma mancava ancora l’ufficialità: in una riunione tenutasi qualche giorno fa, tramite videochiamate e chiamate, tra team e Liberty Media, si è tanto discusso della possibilità di rimandare al 2021 il nuovo regolamento della Formula 1. Si è parlato anche della possibilità di congelare alcuni componenti, in modo da permettere ai team di non dover affrontare particolari problematiche finanziarie causate dall’emergenza Coronavirus, di non cadere in una pericolosa crisi economica.

Adesso è arrivata dunque la prima ufficialità: “i team useranno il loro telaio 2020 per il 2021, con il potenziale congelamento di ulteriori componenti da discutere a tempo debito. L’introduzione e l’attuazione del regolamento finanziario proseguiranno come previsto nel 2021“, si legge in un comunicato della F1.

Tutte le parti hanno ulteriormente discusso dell’attuale situazione del campionato 2020 e di come lo sport reagirà alle sfide in corso causate dalla pandemia di COVID-19. A causa della situazione finanziaria attualmente instabile che ciò ha creato, è stato concordato che i team useranno il loro telaio 2020 per il 2021, con il potenziale congelamento di ulteriori componenti da discutere a tempo debito. L’introduzione e l’attuazione delle normative finanziarie proseguiranno come previsto nel 2021, e le discussioni rimangono in corso tra la FIA, la Formula 1 e tutti i team su ulteriori modi per ottenere significativi risparmi sui costi. “Tutti i team hanno espresso il loro sostegno per la FIA e la Formula 1 nei loro sforzi in corso per ristrutturare il calendario 2020 man mano che la situazione globale relativa a COVID-19 si sviluppa. Tutti questi impegni saranno riferiti alle pertinenti strutture governative per la ratifica finale“, si legge sul sito della F1.