Vettel Binotto Leclerc
Foto Getty / Mark Thompson

La Formula 1 è ferma a causa dell’emergenza Coronavirus, ma non manca gli argomenti dei quali discutere. Ad infiammare la situazione ci pensa Bernie Ecclestone che, intervistato dal ‘Daily Mail’, ha attaccato frontalmente la Ferrari.

Ecclestone ha criticato sia Leclerc che Vettel, seppur parlando dei due in termini differenti: “credo che abbiamo già visto il miglior Leclerc, ha fatto bene e continuerà a fare bene, ma non credo che vedremo nulla di spettacolare. A Vettel ho detto che ha fatto una stagione pessima e che è arrivato quinto, il posto che si è meritato. Ma la Ferrari ha favorito Leclerc al 100%, si innamorano di un pilota e per l’altro diventa dura. Molte cose per Seb non hanno funzionato, il Canada lo ha affondato, pensava che la Ferrari avrebbe dovuto sostenerlo di più e ha accusato. Ha ragione”.

Non viene risparmiato nemmeno il team principal Mattia Binotto: “non è un leader, è un ingegnere. La Ferrari ha bisogno di qualcuno che faccia capire alle persone che quando dici una cosa, poi questa succede. Ci vorrebbe Flavio Briatore, avrebbe fatto quello che ha sempre fatto con Benetton e Renault, avrebbe portato via i migliori dalle altre squadre. Il problema è che alla fine Flavio avrebbe lasciato che la gente pensasse che la Ferrari appartenesse a lui”.