brignone
Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images

Le vittorie ad Altenmarkt e Crans Montana e l’annullamento della gara di La Thuile hanno permesso a Federica Brignone di aggiudicarsi la classifica di combinata alpina, il primo trofeo della carriera in Coppa del mondo. La valdostana già l’anno passato si era classificata davanti a tutte nella gradutoria di specialità, tuttavia la Federazione Internazionale non ufficializzò il suo successo, in quanto venne disputata una sola prova e per regolamento ne devono essere portate a compimento almeno due. Quest’anno le cose sono andate diversamente e Federica può finalmente cominciare a raccogliere i frutti di una stagione che si sta rivelando ricca di soddisfazioni.

federica brignone
Christophe Pallot/Agen/Getty Imagesce Zoom

Quando ho sentito a colazione la notizia della cancellazione ho provato un’emozione incredibile – racconta Federica -, come qualcosa che è caduto dal cielo. Sono stati giorni importanti dal punto di vista emotivo, con un grande stress e l’adrenalina a mille, non nascondo che oggi ho versato qualche lacrima di felicità. Naturalmente avrei preferito correre, nel supergigante di sabato ho rotto il ghiaccio e avrei voluto riprovarci in questa gara, mi spiace perchè gli organizzatori si sono dati un gran daffare per far sì che si potesse disputare l’intero programma dopo le nevicate di inizio settimana, ma nelle ultime ore ha nevicato davvero tanto. Dal punto di vista sportivo avrei preferito giocarmela, purtroppo al meteo non si comanda. Così come avrei preferito correre anche a Ofterschwang, sono una sciatrice a mi piacerebbe correre ovunque, perchè voglio mettermi in gioco sul campo, però facciamo uno sport outdoor e possono succedere episodi del genere. Mi spiace che non le recuperino. Il prossimo fine settimana non si corre, la situazione è un po’ in divenire, sicuramente continueremo ad allenarci, per me ci sarà la possibilità di tirare un pochino il fiato perchè vado a mille all’ora dall’inizio dell’anno, ne approfitterò per allenarmi un po’ in parallelo, un po’ in gigante e un po’ in slalom e ripresentarmi allo sprint finale con grande voglia. Il primo posto in classifica generale a sette gare dalla fine? Non ho guardato la classifica generale, mi sono concentrata solamente sulla combinata di oggi“.