Ricciardo
Quinn Rooney/Getty Images

La stagione 2020 di Formula 1 è ancora avvolta nel mistero, non si conosce ancora quella che sarà ufficialmente la data di inizio, considerando l’emergenza Coronavirus che sta mettendo in ginocchio il pianeta.

Ricciardo
Quinn Rooney/Getty Images

Una situazione strana che, tuttavia, non influirà sul prossimo mercato piloti, come ammesso da Ricciardo a ‘The Age’: “adesso ovviamente c’è un po di confusione, ma non penso che questi cambiamenti avranno delle conseguenze sulle scelte che verranno prese in sede di mercato. Non credo che qualcuno accetterà di firmare un contratto annuale soltanto per essere di nuovo libero di trattare con altre scuderie in vista del 2022. A meno di rare eccezioni, un contratto annuale è ben lungi da essere una soluzione ideale per noi piloti. Quindi penso che verranno siglati accordi a cavallo del vecchio e del nuovo regolamento. A parte Leclerc e Verstappen tutti siamo sul mercato, quindi può succedere di tutto”.