vettel
Quinn Rooney/Getty Images

Il Mondiale 2020 non è ancora cominciato, ma la Renault comincia già a guardare in ottica 2020 considerando anche il contratto in scadenza di Daniel Ricciardo alla fine di quest’anno.

Ricciardo
Quinn Rooney/Getty Images

Cyril Abiteboul è intervenuto nel programma “Le grille” di Canal+ per fare il punto della situazione: “dobbiamo mantenere buone basi del progetto F1 e che siano condivise. So che è una risposta senza risposta, ma credo che sia necessario guardare alle prime gare della stagione: saremo riusciti a fare un passo avanti? Stiamo recuperando un po’ di fiducia rispetto all’anno scorso? Daniel continua a integrarsi nella squadra? Se sentiamo di avere un progetto che può durare nel tempo, perché no? Sarà sicuramente molto corteggiato. Sarà questione di tempistiche. Preferiremmo prenderci un po’ di tempo, ma temo che le cose accadranno molto in fretta, dunque dovremo essere estremamente attenti per non perdere le opportunità. Abbiamo iniziato a parlare a grandi linee, anche se non abbiamo espresso desideri precisi“.

Vettel
Charles Coates/Getty Images

Abiteboul non ha nascosto di volerci provare con Vettel, nel caso in cui Ricciardo lasciasse la Renault: “non voglio dire no, perché è un grande pilota, un grande campione. Abbiamo lavorato assieme sulla parte motore, abbiamo vinto insieme. Aspiro piuttosto a lavorare con piloti del futuro piuttosto che che quelli di ieri, è difficile riassumere questa cosa in questo modo, per cui non sarebbe giusto farlo così. Penso però che Daniel sia molto interessato alla Renault. Questa scelta che ha fatto è stata pesantemente criticata in Gran Bretagna. Loro non hanno capito. Questa idea di costruire un progetto, umanamente, sportivamente e tecnicamente è qualcosa che gli sta a cuore. E’ un ragazzo guidato dalle sue emozioni e vuole dimostrare di essere un pilota fedele alla sua scelta, purché si sia dimostrata una buona scelta“.