f1
Charles Coates/Getty Images

Il Gran Premio d’Australia potrebbe essere recuperato, lo ha annunciato oggi il CEO dell’evento Westacott, spiegando i motivi che hanno spinto i vertici del circus ad utilizzare il termine ‘cancellazione’.

Clive Mason/Getty Images

Queste le sue parole: “è importante dire che abbiamo usato la parola cancellazione per l’immediatezza dei tempi. Era importante assicurare i fan presenti in circuito che non si trattava di un rinvio di qualche ora o di qualche giorno. La parola cancellazione è stata utilizzata deliberatamente. Ho imparato che nel mondo della Formula 1 non puoi mai dire mai. Lavoreremo su ogni punto, ma ancora non abbiamo iniziato a pensare ad una data certa o cose simili. E’ un argomento che verrà toccato a tempo debito“.

Mercedes
Charles Coates/Getty Images

Westacott ha poi proseguito: “non possiamo lasciare le strutture qui. Riconosco che uno dei privilegi che abbiamo è quello di occupare uno spazio bellissimo come l’Albert Park di Melbourne e quindi vogliamo minimizzare l’impatto della costruzione e dello smantellamento. Toglieremo tutte le strutture e le restituiremo ai club sportivi dell’Albert Park e di Melbourne“.