bernie ecclestone
Mark Thompson/Getty Images

Parole difficili da digerire non solo per la Ferrari, ma anche per tutti i tifosi italiani. Frecciata velenosa di Bernie Ecclestone all’indirizzo della scuderia di Maranello, costretta ad incassare considerazioni non proprio lusinghiere da parte dell’ex boss del circus.

Lewis Hamilton
Clive Mason/Getty Images

Intervenuto ai microfoni del Daily Mail, l’89enne manager britannico ha consigliato a Lewis Hamilton di non trasferirsi in Ferrari per un motivo preciso: “se fossi Hamilton, rinnoverei con la Mercedes. Ha l’uomo che tira le fila della scuderia che lo supporta completamente. Un passaggio alla Ferrari non funzionerebbe, perché loro sono italiani. Questo significa che dovrebbe imparare la loro lingua, perché sarebbe l’unico modo per capire cosa dicono alle sue spalle. Il problema con tutti gli italiani è che non vogliono litigare, non vogliono avere discussioni con nessuno. Invece di ammonire qualcuno che non sta facendo un buon lavoro dicendo: ‘Risolvi la questione tu o lo farò io, ma voglio i risultati’, loro dicono: ‘Andiamo a cena, in modo da poterne parlare. Siamo amici'”.

Max Verstappen
Mark Thompson/Getty Images

Ecclestone si è soffermato pure sul talento di Verstappen: “se fossi il team principal di una scuderia, metterei sotto contratto Max. È veloce ed è semplice averci a che fare. Se avessi Lewis in squadra invece gli direi a che ora presentarsi in pista e basta, ma escludendo questo potrebbe fare ciò che desidera”.