horner
Mark Thompson/Getty Images

Le power unit Ferrari nel 2019, il DAS in questo inizio di 2020. Questi ma anche tanti altri componenti del passato hanno diviso il paddock di Formula 1, spingendolo a discutere sulla liceità o meno di una soluzione innovativa portata in pista da una squadra.

Binotto e Wolff
Clive Mason/Getty Images

Sull’argomento si è soffermato Chris Horner ai microfoni di Racefans.net, esprimendo il proprio parere a riguardo: “il DAS Mercedes credo sia l’esempio perfetto per sottolineare che il regolamento della F1 debba essere concepito per non essere interpretabile. Il DAS è uno strumento innovativo e di grande ingegno, e si possono trovare argomenti a favore o contro di esso. Il problema è che le regole sono piuttosto complesse e non particolarmente trasparenti nel modo in cui sono scritte. Tutto è interpretabile, e questo rende estremamente difficile dirimere questioni di regolarità o meno di una soluzione tecnica