dybala
Emilio Andreoli/Getty Images

Paulo Dybala è stato uno dei calciatori della Juventus colpito dal Coronavirus. Il calciatore bianconero ha contagiato anche la compagna Oriana, con la quale ha passato la quarantena. Dybala ha raccontato ai microfoni di JTV la sua brutta esperienza, durante la quale non è riuscito ad allenarsi a dovere:

Ora sto molto meglio, ma ho avuto sintomi forti un paio di giorni fa. Ora posso muovermi, camminare e provare a fare allenamento. Qualche giorno fa quando provavo a farlo sentivo un po’ di pesantezza, adesso sto decisamente meglio. Quando provavo in quei giorni sentivo che dopo cinque minuti non riuscivo a fare niente, mi affaticavo velocemente e mi facevano male i muscoli. Ora sto meglio e anche la mia fidanzata Oriana”.

All’interno dell’intervista a tinte bianconere, Dybala ha raccontato anche il momento dell’approdo alla Juventus: “Quando è arrivata la proposta della Juve, non ci ho pensato due volte ad accettare, la prima cosa che ho fatto è stata abbracciare mia mamma. Me lo ricordo come fosse ieri: ero a casa mia a Palermo, c’erano tante squadre che mi cercavano ma io aspettavo, non chiudevo la porta a nessuno. Un giorno dopo pranzo mi suona il telefono ed era il mio procuratore, preannunciandomi che ci avrebbe chiamato la Juve. Poco dopo parlai con Paratici”.