Tifoso Milan partita rinviata Coronavirus

Anni fa ho iniziato a risparmiare per fare una vacanza in Europa, finalmente è arrivato il momento. Sono pronto per assistere alla partita del mio Milan, il mio amore“. La storia di David Mora Cvitanic si è trasformata ben presto da sogno in vero e proprio incubo. Il ragazzo cileno, grandissimo fan del Milan, era partito da Punta Arenas, profondo Sud America, con destinazione Milano: ben 13.000 km dal Cile all’Italia per assistere, per la prima volta nella sua vita, ad una partita del Milan a San Siro.

All’arrivo in Italia l’amara sorpresa dovuta all’emergenza Coronavirus: partita a porte chiuse, poi rinviata. Il ragazzo, dopo aver postato sui social una foto davanti alla basilica del Duomo di Milano, seppur con tristezza, ha voluto rinnovare ugualmente l’amore verso i colori rossoneri: “fare più di 13mila chilometri per vederti Milan e non sarò in grado di realizzare il mio sogno di vederti allo stadio né di vedere Casa Milan. Fa male all’anima. Dalla cilena Patagonia all’Italia per il mio Milan. Ho viaggiato tanto, ma non avrò la soddisfazione di tifare per il mio Milan nel mitico stadio di San Siro. La mia passione per questa maglia è forte e mi ha portato dalle terre più a sud del mondo fin qui. Forza Milan“.