Coronavirus, la testimonianza di Paolo Maldini: “ho perso gusto e olfatto, spero tornino presto”

Il dirigente rossonero ha spiegato come ha affrontato la malattia, sottolineando di aver perso gusto e olfatto

Ieri aveva pubblicato un post sui social per tranquillizzare tutti sulle proprie condizioni, oggi Paolo Maldini ha parlato ai microfoni del Corriere della Sera per raccontare la sua esperienza con il Coronavirus.

Daniel Maldini
Marco Luzzani/Getty Images

Il Direttore dell’Area Tecnica del Milan è risultato positivo insieme al figlio Daniel, una notizia sorprendente rivelata dal club rossonero con un comunicato. Interpellato dal quotidiano italiano, Maldini ha ammesso: “il peggio è passato, ho ancora un po’ di tosse secca, è stata come un’influenza un po’ più brutta. Conosco il mio corpo, un atleta conosce se stesso. Ho perso gusto e olfatto, spero tornino. I dolori sono particolarmente forti. E poi senti come una stretta al petto. Le persone sensibili rivaluteranno i rapporti con le altre persone. Cose che ci parevano scontate, come cenare con gli amici e abbracciare una persona amata, ora ci mancano moltissimo e domani le apprezzeremo di più”.