Serie A
Pier Marco Tacca/Getty Images

Il calcio italiano è in crisi a causa dell’emergenza Coronavirus, che sta mettendo in ginocchio il pianeta intero mietendo migliaia di vittime.

chiellini
Emilio Andreoli/Getty Images

La situazione è in continuo divenire, al momento non si conoscono quelle che potrebbero essere le date di una ripresa, dunque il calendario rimane un’incognita. Ieri si è riunito il direttivo dell’AIC, il sindacato dei calciatori, un colloquio in videoconferenza a cui hanno partecipato anche Chiellini, Acerbi, Ranocchia, Marchetti e Rossettini per la serie A. Si è discusso del taglio degli stipendi, una soluzione che i calciatori accetteranno solo nel caso in cui la stagione non dovesse terminare.

Gabriele Gravina
Foto Getty / Paolo Bruno

Un caso limite preso in considerazione anche da Gravina, che sta valutando come comportarsi se il campionato venisse sospeso definitivamente. A quel punto bisognerà capire come decretare la squadra Campione d’Italia, quelle retrocesse, quelle promosse dalla B e quelle qualificate alle competizioni Uefa dell’annata successiva. Una situazione limite, a cui nessuno vorrebbe arrivare.