Sesso
Foto Getty / Chris Hondros

L’Italia si è abituata, forzatamente, ad un lungo periodo di quarantena, misura drastica per contrastare il diffondersi del Coronavirus. Fra le tante rinunce alle quali gli italiani hanno dovuto far fronte ne è presente una particolare: il sesso. Effettivamente, nei vari regolamenti espressi da fonti governative o sanitarie, non si fa esplicito riferimento a normative riguardanti l’attività sessuale, dunque in molti si sono chiesti: si può fare sesso durante la quarantena?

Sesso
Foto Getty / Chris Hondros

La risposta è , in quanto la malattia non si trasmette nè attraverso lo sperma, nè attraverso le secrezioni vaginali, ma esistono delle limitazioni poichè i rischi sono sempre dietro l’angolo. Posto che, la condizione necessaria sia quella di non essere positivi, le coppie che condividono la stessa abitazione e dunque le stesse precauzioni per evitare il Covid-19, hanno il semaforo verde. Sarebbe meglio in ogni caso comunque evitare contatto con naso e bocca, veicoli di maggior diffusione della malattia. Meglio evitare invece i rapporti occasionali in quanto non si ha la sicurezza sullo stato di salute del partner che si ha davanti. Stesso discorso per le coppie che invece non abitano nella stessa casa e dunque sono a contatto con nuclei familiari e persone differenti: anche in questo caso, aumentano le possibilità di contrarre il virus.

Massimo Andreoni, docente ordinario di Malattie infettive all’università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della SIMIT (la Società italiana di malattie infettive), intervistato da Repubblica ha spiegato: “anche all’interno di una coppia uno può essere infetto l’altro no, ma due persone che vivono insieme di fatto condividono il rischio di contrarre l’infezione tutti i giorni, nella vita quotidiana. Quindi che facciano sesso o no in tempi di Coronavirus poco o nulla cambia, in questo senso sì, la coppia è sicura”.