Coronavirus Calcio
Foto Getty / Alessandro Sabattini

Nella serata di ieri il Premier Conte ha reso nota l’estensione della zona protetta all’intera penisola italiana, che dunque non avrà più singole zone rosse, ma una situazione d’emergenza nazionale. Nell’annunciare tale provvedimento, il Presidente del Consiglio ha anche annunciato la sospensione del campionato di Serie A.

La domanda che tutti i tifosi si stanno facendo è una sola: cosa succede se la Serie A viene sospesa in maniera definitiva? L’evenutalità, ad oggi, risulta complicata ma non impossibile. I calendari sono pieni d’impegni nazionali ed internazionali, la presenza degli Europei estivi inoltre riduce il margine di tempo nel quale effettuare i recuperi.

Essenzialmente le ipotesi al vaglio della FIGC sono 3. La prima è quella di un’assegnazione del titolo tramite Playoff che coinvolgerebbero un numero di squadre da precisare: una soluzione atipica per il nostro campionato, che strizza l’occhio a serie inferiori e altri sport come il basket. La seconda è la cristallizazione del classifica e l’assegnazione del titolo in base alle posizioni attuali, dunque con la Juventus Campione d’Italia e relativi piazzamenti europei e retrocessioni. La terza è la non assegnazione dello scudetto, ipotesi comunque non presa in considerazione nemmeno durante la Grande Guerra (assegnazione postuma).