spadafora
Claudio Villa - foto Getty

La Serie A potrebbe riprendere il 3 maggio: questo è quello che speriamo, poi valuteremo se a porte aperte o chiuse, dipenderà dalla situazione. Chiaramente al nostro campionato si aggiungeranno le varie competizioni internazionali, Champions ed Europa League, che si incroceranno con nuovo calendario“. Con queste parole il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora, in un’intervista al Tg1, ha parlato delle possibili tempistiche di ripresa della Serie A dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza Coronavirus. “Nelle prossime ore bisognerà prendere in considerazione anche la possibilità di un divieto completo delle attività sportive all’aperto. Quando abbiamo lasciato questa opportunità lo abbiamo fatto perché la comunità medico-scientifica ci chiedeva di lasciare la possibilità a molte persone di poter correre anche per altre patologie generaliha precisato Spadafora Ma l’appello era quello di stare a casa: se non viene ascoltato saremo costretti anche a porre un divieto assoluto“.