Coronavirus
Getty Images

Il 3 aprile scadrà il decreto relativo alle misure restrittive adottate dal Governo per contenere l’emergenza Coronavirus, ma con ogni probabilità si procederà ad una proroga.

Coronavirus
Foto Getty / Emanuele Cremaschi

I dati dell’infezione restano allarmanti, ieri si sono registrati quasi 1000 decessi in 24 ore, il numero più alto in Italia dall’inizio della pandemia. Motivo per il quale la guardia non può essere abbassata, dunque si prevede una proroga di altre due settimane che obbligherà gli italiani in casa fino a metà aprile. Questa la conferma del Ministro degli Esteri Di Maio, intervenuto a Otto e mezzo su La7: “vedremo cosa ci consiglierà la nostra comunità scientifica, seguiremo come sempre il loro parere, ma verosimilmente il 3 aprile, tra sei giorni, non potremo dire alla gente di tornare in piazza e abbracciarsi“.