Mikel Arteta
Foto Getty / Julian Finney

Il Coronavirus mette paura anche in Gran Bretagna. Nonostante la volontà di giocare a porte aperte per non rovinare lo spettacolo del calcio inglese, anche in Premier League verranno presto presi importanti misure di prevenzione visto l’aumento di casi fra le squadre britanniche. Dopo i casi di positività fra i giocatori del Leicester infatti, anche l’Arsenal ha annunciato un caso di infezione da Covid-19. Non un calciatore, ma bensì l’allenatore dei ‘Gunners’, Mikel Arteta, è risultato positivo al Coronavirus. “Tornerò al lavoro appena sarà possibile” ha dichiarato il manager spagnolo. Eventualità che potrebbe non maturare nell’immediato: l’Arsenal infatti verrà posta in isolamento e anche il campionato di Premier League potrebbe osservare un periodo di stop.

“Tutte le persone all’interno dell’Arsenal che hanno avuto recenti contatti con Mikel adesso sono in autoisolamento, come da direttiva del Ministero della Salute. Questo significa un numero significativo di persone, compresa l’intera prima squadra e lo staff tecnico, così come un ristretto numero di persone dalla nostra Hale End Academy che abbiamo chiuso per precauzione – si legge sul comunicato dell’Arsenal. […] Lavoreremo insieme alla sanità inglese per i prossimi provvedimenti da prendere riguardo le nostre strutture e lo staff, e insieme alla Premier League, alla Football Association e ai club per le nostre prossime gare di campionato e FA Cup. 

E’ chiaro che non saremo in grado di giocare alcune partite nelle loro date attuali. Terremo aggiornati i tifosi che hanno acquistato i biglietti per i prossimi match con più informazioni il prima possibile. 

Adesso lavoriamo per indeitificare tutte le persone che hanno avuto contatti recenti con Mikel e diremo loro quanto accaduto, così che potranno procedere con l’autoisolamento”.