Prandelli
Marco Luzzani/Getty Images

Una realtà drammatica, dove di giorno in giorno aumenta il numero dei morti per Coronavirus. Un nemico invisibile e subdolo, che sta mettendo in ginocchio il mondo intero, costretto ad affrontare quella che è stata definita la ‘terza guerra mondiale’.

Prandelli
Gabriele Maltinti/Getty Images

Un paragone sposato anche da Cesare Prandelli, colpito da quanto sta accadendo e in ansia per la madre, in quarantena a Orzinuovi ormai da un po’ di tempo: “sta per compiere 90 anni, per fortuna con le mie sorelle l’abbiamo blindata in casa per tempo” le parole di Prandelli al Giornale di Brescia. “Ha due badanti che si alternano nell’assisterla, la sento ogni giorno e grazie a Dio sta bene. Oltre a me che sono a Firenze, anche le mie sorelle che abitano a Bergamo non possono andare a trovarla. Ma è al riparo, anche se vive il dramma di Orzinuovi ogni giorno. In paese ci sono stati già tanti morti. Mi hanno parlato di 13 funerali in un giorno solo. Ho al Civile parenti che sono risultati positivi, uno è un medico. Ho perso tanti amici in questi giorni, gente che ha fatto parte della mia vita in modo importante“.

Prandelli
Giuseppe Bellini/Getty Images

Tra questi anche Danfio Bianchessi, responsabile per anni del centro sportivo del Parma a Collecchio: “quando l’ho saputo ho chiamato la moglie e mi ha raccontato come è morto, da solo e senza aver potuto avere un funerale degno come purtroppo sta capitando a tantissimi in questo periodo. Mi ha detto: ‘ma ti rendi conto Cesare, proprio lui che era sempre in mezzo alla gente, è morto così senza che nessuno di noi potesse nemmeno salutarlo un’ultima volta’. Nel dramma che stiamo vivendo c’è anche questo“.

coronavirus
Emanuele Cremaschi – foto Getty

In questo momento il calcio non ha valore secondo Prandelli: “ve lo assicuro, il pallone
ora come ora è l’ultimo dei miei pensieri. Scusate, ma agli italiani cosa volete che gliene freghi di sapere se e come finirà questa stagione? Vogliono sapere quando il virus non ci sarà più. È la terza guerra mondiale e bisogna superarla di squadra, remando tutti per lo stesso obiettivo”.