gobert
Jonathan Daniel - foto Getty

Il Coronavirus ha colpito il mondo NBA, portando a fermare immediatamente il campionato americano di basket. Nei giorni scorsi la questione è stata un po’ sottovalutata ed ora il contagio è di proporzioni enormi. Il primo cestista ad essere positivo è stato il francese Rudy Gobert, il quale ha successivamente scatenato una reazione a catena davvero clamorosa: quarantena per la sua squadra, gli Utah Jazz, e per tutte le franchigie che hanno affrontato i Jazz negli ultimi giorni.

Dunque quarantena autoimposta per Cleveland, New York, Boston, Detroit e Toronto, squadre che sono venute a contatto con Gobert nei giorni scorsi. Oggi i Jazz avrebbero dovuto giocare contro i Thunder di Gallinari, rimandati in fretta e furia a casa, mentre i giocatori di Utah sono stati trattenuti all’interno dell’arena di OKC, situazione surreale. Il contagio potrebbe esserci stato dunque anche per altri giocatori NBA, il Coronavirus purtroppo si espande a macchia d’olio.