Ospedale Cardarelli Napoli

Mentre la sanità italiana lotta, con tutte le proprie forze, per far fronte alla drammatica emergenza Coronvirus, da Napoli arriva una brutta notizia. Come si legge su ‘Meteoweb‘, ben 249 operatori sanitari dell’Ospedale Cardarelli, si sono messi contemporaneamente e stranamente in malattia.

Paura di contrarre il Coronavirus? Possibile, secondo il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli nel quale si legge: “chiediamo alla Procura di accertare la veridicità di quanto apparso oggi su numerose testate e, se sarà confermata l’astensione di massa dal lavoro, individuare i 249 responsabili aprendo nei loro confronti le indagini penali del caso. In tale contesto di grave emergenza per il paese e pur consapevoli dell’enorme contributo dato dal personale sanitario, non si possono consentire furbizie finalizzate a sottrarsi ai propri doveri” e la decisione degli operatori sanitari – sottolinea l’associazione – “di mettersi ingiustificatamente in malattia potrebbe configurare la fattispecie di omissione di soccorso. Nella disgraziata ipotesi di decessi di pazienti al Cardarelli riconducibili alla mancanza di personale, gli stessi medici saranno chiamati a rispondere del possibile concorso in omicidio colposo, considerato che in questa fase critica qualsiasi defezione può avere effetti tragici sulla salute pubblica“.

Fortunatamente, dall’Ospedale Cardarelli è arrivata una pronta risposta, affidata al direttore generale dell’Aorn Cardarelli, Giuseppe Longo, che in una nota ha spiegato che l’azienda userà “il massimo rigore, ma non passi il messaggio che tutti i dipendenti del Cardarelli sono dei malati immaginari.

La direzione strategica dell’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli ha precisato di aver visionato “i documenti puntualmente verificati dalla direzione amministrativa. I numeri, certificati e verificabili, riferiscono di un organico di 739 medici dei quali 276 impegnati nel Dipartimento di Emergenza Urgenza Dea. Dei 739 medici impegnati a combattere l’emergenza legata al coronavirus e a tutte le altre patologie i medici assenti per malattia sono 33. Di questi 17 operano nel Dipartimento di Emergenza Urgenza DEA e altri 16 sono invece assegnati ad agli altri dipartimenti assistenziali. È bene rilevare anche che dei 33 medici attualmente in malattia 4 sono affetti da anni da gravi patologie e 4 sono stati accertati Covid positivi“.