McLaren
Robert Cianflone/Getty Images

Il Coronavirus è arrivato anche nel paddock di Formula 1, è stata accertata infatti la positività di un membro del team McLaren, messo immediatamente in quarantena.

Zak Brown
Clive Mason/Getty Images

Una situazione che ha spinto la scuderia di Woking a ritirarsi, annunciando che non correrà il Gran Premio d’Australia: “McLaren Racing ha confermato questa sera a Melbourne il suo ritiro dal Gran Premio d’Australia di Formula 1, dopo che uno dei suoi membri è risultato positivo al Coronavirus. Questa persona era stata isolata non appena mostrati i primi sintomi ed ora sarà curato dalle autorità mediche locali. Il team si è preparato per questa eventualità ed è pronto a supportare i suoi dipendenti che entreranno in un periodo di quarantena. Il team sta cooperando con le autorità locali per agevolare tutte le investigazioni e le analisi. Il CEO Zak Brown ed il team principal Andreas Seidl hanno informato la Formula 1 e la FIA della loro decisione questa sera. La decisione è stata presa non solo per prendersi cura dei dipendenti e dei partner della McLaren, ma anche dei team concorrenti, dei tifosi e degli azionisti della Formula 1“.

Clive Mason/Getty Images

A questo punto appare a serio rischio lo svolgimento del Gran Premio d’Australia, visto che nei scorsi giorni Ross Brawn aveva sottolineato che la gara non si sarebbe disputata nel caso in cui una squadra non avesse potuto parteciparvi. Negativi infine i quattro membri del team Haas sottoposti a tampone, dunque solo il membro della McLaren ha contratto il Coronavirus.