legrottaglie
Alessandro Sabattini/Getty Images

I giocatori del Pescara sono scesi in campo ieri, nella sfida contro il Benevento, con le maschire addosso, per poi togliere prima del match su richiesta degli arbitri. Un gesto che sta facendo discutere. Ci ha pensato Nicola Legrottaglie, allenatore del Pescara, a fare chiarezza, lanciando anche un preoccupante allarme: “abbiamo cercato di dare un segnale perché abbiamo detto di avere avuto tredici casi di influenza e non ci hanno fatto fare i tamponi. Abbiamo cercato di dire: guardate che il problema c’è e forse si sta sottovalutando. Abbiamo fatto il minimo che potevamo fare, la priorità è quella della vita. Se si fermasse il campionato per tre settimane, non si potrà più riprendere in modo normale. Se anche non ci fosse calcio per 3-4 mesi non succederebbe nulla, chi ama la vita sarà d’accordo. Anzi, avremo la possibilità di curarci e aiutare chi ha bisogno“.