Viviana Bottaro Karate Italia
Foto Getty / Kiyoshi Ota

L’Italia non parteciperà agli Europei di Karate 2020 a causa dell’emergenza Coronavirus. Nonostante la manifestazione sia ancora in vigore, la federazione italiana ha deciso di non mettere a rischio la salute dei propri atleti e ha chiesto anche il rinvio della competizione.

Considerata la situazione attuale, non soltanto italiana, ma di molte altre Nazioni – ha sottolineato il presidente Fijkam Domenico Falcone-, in accordo con il Consiglio Federale, abbiamo deciso di ritirare i ragazzi. In ogni caso, facendo tutti parte di Gruppi Sportivi militari, avrebbero comunque avuto problemi nell’ottenere l’autorizzazione alla partenza. Abbiamo scritto una lettera ufficiale al presidente Wkf Antonio Espinós chiedendo il rinvio della competizione. L’emergenza non tocca solo l’Italia, ma anche altri Paesi europei, ed è di primaria importanza ora pensare alla salvaguardia della salute pubblica e degli atleti. Siamo in attesa di una risposta, confidando che il presidente Espinòs e i vertici del karate mondiale capiscano la gravità della situazione e prendano le stesse decisioni già ufficializzate da federazioni mondiali come Ijf per il judo e Uww per la lotta, cancellando e rinviando a data da destinarsi gli imminenti impegni internazionali. Sarebbe opportuno rimandare gli Europei di Baku, così da permettere a tutti di potersi preparare al meglio e soprattutto di farlo in piena sicurezza”.