Indian Wells
Matthew Stockman/Getty Images

Il Coronavirus ha portato gli organizzatori del Master 1000 di Indian Wells ad annullare il torneo dopo che un caso di contagio si è verificato nella zona. Immediatamente dopo la notizia, i tennisti si sono riversati sui social per esprimere il proprio parere in merito a quanto sta accadendo.

Nadal sui social ha parlato del caos Coronavirus e della cancellazione del Master 1000: “Probabilmente avete sentito tutti la notizia. Indian Wells è stato cancellato. Siamo qui e stiamo ancora decidendo che cosa fare. E’ molto triste tutto quello che sta succedendo nel mondo a causa di questa situazione. Speriamo che arrivino presto soluzioni dalle autorità. State bene e in salute“.

Jamie Murray, fratello di Andy, attraverso i social si è posto alcuni quesiti: “Non è di buon auspicio per il tour se Indian Wells è stato annullato per 1 caso confermato nella Coachella Valley. La contea di Broward (Miami Open) ha più casi confermati. Montecarlo confina con il nord Italia attualmente in crisi. Cosa fare con gli Internazionali di Roma? E gli Open di Francia? E Wimbledon?” Quesiti legittimi, solo il tempo ci dirà come si evolverà la situazione relativamente al Coronavirus.

Shapovalov si è detto sotto shock per la cancellazione del torneo, Diego Schwartzman ha invece tuonato contro l’ATP: “sarebbe bello che ci comunicaste notizie importanti del genere in un altro modo, non che noi lo scopriamo via social“. In tanti, da Pouille a Joanna Konta e Vekic, passando per Watson, Gauff ed Osaka, si sono detti tristi e scioccati per quanto sta accadendo. Insomma, la situazione in relazione al Coronavirus ha colpito adesso di petto anche il mondo del tennis, le cancellazioni dei tornei arriveranno a pioggia.