coronavirus
Chung Sung-Jun/Getty Images

Il Coronavirus fa paura ed anche il mondo dello sport si sta adeguando all’emergenza con misure di sicurezza all’altezza della situazione. Per quanto concerne il tennis, ci sono già stati diversi eventi cancellati dai calendari ATP ed ITF, ma sembra essere stata solo la punta di un iceberg che ancora deve completamente venire a galla.

I tornei di Qujing, Zhuhai, Zhenzhen e Zhangjiagang, non si giocheranno, per buona pace degli organizzatori. La Cina ha rinunciato al proprio incontro di Coppa Davis, la finale del Challenger di Bergamo non si è giocata terminando con un inedito ‘pareggio’ poco tennistico, gli incontri di Davis di Italia e Giappone dovrebbero essere giocati a porte chiuse, inoltre l’ATP ha rinviato 4 tornei in programma nelle prossime settimane:

  • Anning, Cina ( inizio 20 aprile 2020)
  • Seoul, Corea del Sud (inizio 27 aprile 2020 – rinviata ad agosto)
  • Busan, Corea del Sud (inizio 4 maggio 2020 – rinviata ad agosto)
  • Gwangju, Corea del Sud (inizio 11 maggio 2020 – rinviato ad agosto).

La situazione è dunque molto complicata e sembrerebbe proprio che tale incertezza possa continuare a lungo. Il problema riguarda non solo i tornei nei luoghi nei quali il Coronavirus si è diffuso, ma anche le limitazioni legate ai viaggi dei tennisti, viaggi che potrebbero subire notevoli disagi. Insomma, il mondo intero sta lottando per debellare il Coronavirus ed anche il tennis sta prendendo le dovute contromisure in merito.