Gabriele Gravina
Foto Getty / Paolo Bruno

Richiesta di rinviare Euro 2020 all’UEFA e possibilità di recuperare la Serie A prolungando il calendario fino al 30 giugno, valutando di sforare la deadline. È questa la strategia che Gabriele Gravina, presidente della FIGC, vuole mettere in atto per far fronte all’emergenza Coronavirus che ha stravolto il regolare svolgimento del calcio italiano.

Gravina ha dichiarato a Sportmediaset XXL: “cercheremo di arrivare alla fine di questo campionato perché è più giusto e corretto dare una definizione ai tanti investimenti e sacrifici delle nostre società. L’auspicio è quello di arrivare al 30 giugno, senza dimenticare che oltre alla Serie A ci sono altri campionati che devono avere la loro definizione e dobbiamo inserire anche la Champions e l’Europa League. La deadline è il 30 giugno, eventualmente vediamo se sforare.

C’è la discriminante legata all’Europeo, per il quale gli investimenti e le aspettative sono molto alte. Martedì affronteremo questo tema: il principio primario è la tutela della salute. L’Italia è in questo momento due settimane più avanti, gli altri probabilmente non hanno ancora l’esatta dimensione delle cose. Proporremo alla Uefa di soprassedere alla disputa dell’Europeo“.