/

La città di Bergamo è senza dubbio una delle più colpite in Italia dall’incubo Coronavirus, una situazione drammatica con cui i cittadini devono convivere giorno dopo giorno. Più passano le ore e più aumenta il numero dei morti, per i quali purtroppo non c’è più posto nel cimitero monumentale.

Per questo motivo, una colonna di mezzi militari ieri ha condotto un gran numero di salme verso altre destinazioni, per dare degna sepoltura a quella gente che non è riuscita a sconfiggere il virus. Un’immagine straziante, che ha spinto Matteo Salvini ad esprimere il proprio dolore sui social: “è un’immagine straziante, che colpisce con la forza di cento, mille pugni. Una terra messa a prova durissimache lotta senza tregua contro il male. Chi crede, si raccolga in preghiera prima di addormentarsi. Chi non crede, si stringa idealmente a questi nostri fratelli e sorelle, a una comunità devastata, che oggi piange oltre ogni misura, che vuole risorgere, che ha bisogno dell’abbraccio commosso e del sostegno di tutti gli Italiani”.