Baku
Clive Mason/Getty Images

I problemi per FIA e Liberty Media continuano a sommarsi, il Coronavirus non dà tregua e il calendario 2020 rischia di rimpicciolirsi sempre di più a causa della pandemia scoppiata nel mondo.

Canada
Getty Images

Dopo i rinvii delle prime gare della stagione, i vertici del motorsport avevano individuato nel Gran Premio d’Azerbaijan la gara con cui iniziare l’anno, considerando la data del 7 giugno in cui è fissata. Ieri però FIA e Liberty Media hanno ricevuto l’ennesima doccia gelata nel corso di una conference call con il rappresentante del GP di Baku, sottolineando come l’allestimento del circuito nella capitale azera abbia costi enormi e le autorità non hanno intenzione di rischiare un’eventuale cancellazione della gara dopo aver costruito la pista. Una decisione che potrebbe essere presa anche dal Canada, visto che il circuito è un semi-cittadino inserito nel parco di Notre Dame. Nel caso in cui dovessero saltare anche queste due gare, si potrebbe procedere a svolgere ben due Gran Premi in uno stesso week-end, con piena validità di punteggio iridato.