Lucas Biglia
Foto Getty / Alessandro Sabattini

L’emergenza Coronavirus sta preoccupando e non poco il calcio italiano, in particolare i giocatori.

Milano Coronavirus
Foto Getty / Vittorio Zunino Celotto

Prova ne è lo sfogo di Lucas Biglia a Cnn Radio in Argentina, parole davvero ficcanti che non hanno risparmiato l’Italia intera: “in Italia hanno sottovalutato il problema, non hanno seguito le regole. Siamo arrivati al collasso, i medici lavorano senza sosta. Muore la gente col virus, ma anche persone con altre patologie che non possono avere assistenza. Preferisco perdere la categoria che la vita. I giocatori devono dire che il calcio va fermato perché non siamo immuni, non siamo supereroi“.