Coronavirus – NBA e Associazione Giocatori d’accordo: niente test antidoping durante la sospensione del campionato

L'NBA e la National Basketball Players Association hanno concordato la sospensione dei test antidoping durante il periodo di stop del campionato causato dall'epidemia di Coronavirus

Il Coronavirus ha costretto allo stop forza anche il basket americano. Palazzetti chiusi, giocatori costretti ad allenarsi autonomamente dopo i primi contagi nella lega, e niente più test antidopig. Secondo Yahoo Sport infatti, l’NBA e la National Basketball Players Association hanno infatti concordato la sospensione dei test antidoping durante il periodo di sospensione della regular season. Secondo le regole NBA, un giocatore può essere testato fino a 4 volte durante la stagione e due durante l’offseason. L’NBA può condurre un massimo di 1525 test durante una stagione e 600 durante l’estate.