nishioka
Clive Brunskill - foto Getty

Come noto il Coronavirus sta creando una crescente preoccupazione in giro per il mondo. Anche in campo tennistico ci sono stati diversi eventi e tornei cancellati, ma la paura per il contagio non è certo terminata.

Il questo weekend di Coppa Davis diversi incontri sono stati disputati a porte chiuse, tra questi Italia-Corea del Sud, ma anche Giappone-Ecuador. Proprio all’interno di questa sfida, si è venuto a creare un vero e proprio caso, dato che il giovane giapponese Nishioka si è rifiutato di scendere in campo proprio per non rischiare di contrarre il Coronavirus. Essendo la sfida giocata a porte chiuse, sembrerebbe difficile entrare a contatto con chicchessia, ma tant’è, Nishioka ha manifestato la sua paura, lasciando che in campo scendessero i compagni di squadra. C’è però un’altra possibile lettura di questo episodio. Forse Nishioka non si è spaventato del contagio, bensì della possibilità di essere bloccato in Giappone e di non poter rientrare negli USA per giocare il torneo di Indian Wells.