balotelli
Alessandro Sabattini/Getty Images

Il Coronavirus sta mettendo a serio rischio l’Italia intera: sempre più numerosi sono infatti i casi di contagio. Dopo la positività del politico Zingaretti, anche dal mondo del calcio arrivano notizie preoccupanti. E’ infatti risultato positivo al Coronavirus il presidente del Novara: si pensa che Maurizio Rullo sia stato contagiato durante un viaggio in Germania.

Una notizia che manda in allarme tutta la Serie C italiana ma non solo, la squadra, infatti, giocherà. “Nello specifico è stata data idonea e dettagliata informativa al SISP (Servizio Igiene e Sanità Pubblica) dell’ASL di Novara. A fronte dell’informativa fornita il predetto Ente conferma la possibilità di procedere con la regolare attività sportiva e non riscontra necessità di ulteriori interventi. Non esistono motivi ostativi alla prosecuzione dell’attività per gli organi sportivi interessati. Sarà cura della Società e dello Staff medico monitorare la situazione in stretto contatto con gli organi competenti. Chiaramente l’attività sportiva, amministrativa e societaria in generale di Novara Calcio S.p.A. continuerà nel rispetto delle Direttive Ministeriali e Regionali emanate sino ad oggi“, si legge nel comunicato del Novara.

Balotelli
Alessandro Sabattini/Getty Images

Non si è fatto attendere infatti il duro sfogo di Maro Balotelli: “non scrivetemi cagate come ‘Ma voi siete protetti’, ‘Ma cosa vi cambia giocare o no?’, ‘A porte chiuse non succede niente’, ‘non tirate via l’unico svago del weekend alle persone delle zone rosse!’. Io amo il calcio più di voi, ma giocare vuol dire viaggiare in pullman, treno, aereo, dormire in hotel, entrare in contatto con altre persone al di fuori della tua società lavorativa. Già non vedo i miei figli per questo maledetto Coronavirus perché come sapete vivono in Lombardia, e già è snervante e triste per me. E di sicuro non vorrei mai che in più mia madre, che vedo tutti i giorni e non è una mia coetanea, e per quanto possa amare il calcio (al quale devo tutto) non mi va e tassativamente non voglio attaccarle proprio niente! E perché? Per far divertire qualcun altro? O per non perdere soldi? Ma dai non scherzate. Ripigliatevi, avete rotto adesso. Non si scherza con la salute”.