Barcellona
Alex Caparros/Getty Images

Si è discusso molto negli ultimi giorni su quanto stesse accadendo in casa Barcellona, dove i giocatori della prima squadra avrebbero rifiutato inizialmente il taglio degli stipendi deciso dai vertici del club.

Messi Barcellona-Alaves
Foto Getty / Alex Caparros

Indiscrezioni cancellate ieri dalla lettera di Lionel Messi, che ha reso noto come non sia stata mai in discussione la volontà sua e dei suoi compagni di rinunciare a una parte dei propri emolumenti. Oggi è intervenuto anche il presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu, chiarendo i fatti al quotidiano spagnolo Sport: “la decisione dei giocatori dimostra il loro impegno verso il club, dobbiamo ringraziarli. Il 20 marzo abbiamo proposto una riduzione dello stipendio del 70% e hanno subito accettato. È partito tutto da una videoconferenza, poi ci sono state chiamate e messaggi Whatsapp tra i giocatori più rappresentativi. La loro disponibilità è stata totale, fin dal primo giorno”.

Barcellona
Aitor Alcalde/Getty Images

Bartomeu ha poi rivelato che lo stipendio dei giocatori verrà decurtato di un altro 2% su richiesta dei calciatori, una somma che servirà a pagare gli stipendi dei dipendenti del club: “l‘impegno nei confronti dei dipendenti parte dai capitani. Il club avrebbe pagato una parte del loro stipendio e i calciatori hanno proposto di mettere il resto. Messi? Lo sento spesso, l’ultima volta ieri sera. Dal primo minuto ha detto che questa cosa doveva essere fatta”.