katana

Da questo mese e fino a tutto maggio cinquanta concessionari della rete Suzuki Auto esporranno nei loro saloni un esemplare di KATANA accanto ai modelli della gamma a quattro ruote. Attraverso questo accostamento la Casa di Hamamatsu vuole evidenziare come tra le divisioni Suzuki Auto e Suzuki Moto ci sia un allineamento costante, che porta alla condivisione di valori e allo sviluppo di strategie parallele, oltre che a importanti sinergie industriali.

Un’icona di stile

KATANA è l’emblema di quanto il design, la tecnologia costruttiva e le prestazioni siano elementi cardine nella filosofia di ogni prodotto Suzuki. Questo ruolo rappresentativo era stato evidenziato anche in occasione del Parco Valentino Motor Show 2019: in quell’occasione gli stilemi di KATANA avevano fatto da filo conduttore all’interno dello stand, in cui accanto alla moto erano esposti un esemplare one-off del fuoribordo DF350A Katana e uno di VITARA KATANA, da cui è poi nata l’omonima serie limitata. Oggi KATANA torna a sfilare accanto alla gamma auto e diventa portabandiera del made in Japan che va oltre la grafica dei loghi, con linee nitide e pulite, capaci di dare un’identità chiara. Da qualsiasi angolazione si guardi KATANA, emerge l’impegno totale di Suzuki per la ricercatezza stilistica e la tecnologia costruttiva.

Prestazioni da vera sportiva

Suzuki Katana oltre ad essere un’espressione di stile, mette a disposizione del suo pilota tecnologia e prestazioni, grazie ad un motore 1000cc in grado di erogare 150cv ed una coppia di 108nm a 9500giri, Katana è una naked con un’anima sportiva, il motore direttamente derivato dalla super sportiva GSX-R 1000 K5 garantisce un’erogazione pulita e vigorosa, capace di soddisfare i motociclisti più esigenti. L’elettronica non è da meno: controllo di trazione regolabile su tre livelli e disinseribile, abbinato ad un sistema ABS Bosch.

Il comparto ciclistico è caratterizzato da sospensioni KYB completamente regolabili ed un impianto frenante di alto livello marchiato Brembo studiato appositamente per adeguarsi alle prestazioni da supersportiva, il manubrio alto ed una posizione di guida leggermente eretta trasmettono al pilota una sensazione di controllo nella guida veloce e di sicurezza negli spostamenti urbani senza però trascurare il comfort.

Un passo avanti

Oltre a connotare Suzuki come un marchio dinamico con un richiamo indiretto al suo impegno nelle corse motociclistiche e alla MotoGP, KATANA ha poi un altro importante valore simbolico. È infatti l’erede del modello con cui Suzuki rivoluzionò nel 1981 il mondo delle moto, mettendo per la prima volta il design al centro del progetto. Oggi come allora Suzuki continua a non voler seguire le mode ma a dettarle, anticipando le esigenze del mercato e dei consumatori. Lo dimostra chiaramente ciò che accade nel settore automotive, in cui la Casa di Hamamatsu è all’avanguardia nei temi del downsizing e dell’ibridazione della gamma. Con lungimiranza Suzuki ha sposato da tempo la filosofia “Small cars for a big future”, “piccole auto per un grande futuro”, e oggi può proporre un ampio assortimento di modelli capaci di rispondere al meglio alle attuali richieste di mobilità sostenibile in tutti i segmenti chiave.